Era il lontano 2004 quando, per la prima volta, ci siamo presentate in pubblico. Noi, due tavoli, un gazebo, una serie di palline in vetro e alcune damigiane dipinte a mano. Nient’altro! Sì, ci è bastata quella fredda domenica di novembre per renderci conto che, sfidando i pareri contrastanti dei nostri familiari, ce l’avevamo fatta! Le nostre creazioni sono state apprezzate!

Abbiamo continuato a fare mercatini per parecchi anni, mia sorella creava e io vendevo. Le sveglie domenicali erano a dir poco estenuanti ma ogni esperienza era diversa, ogni volta più gratificante e la voglia di creare cose nuove cresceva sempre più.

Sono parecchie le cose che nascono “per caso”, così è stato anche per noi; dalle decorazioni di palline in vetro ed oggettistica, ci siamo specializzate nella conoscenza di vari tipi di legno, di pitture, di diversi trattamenti ed è così che è nata la passione per la decorazione dei mobili.

Nessun legno pregiato, nessun comò di valore, soltanto cose semplici, di solito vecchie e sfasciate, che nelle nostre mani cambiavano aspetto e “ringiovanivano”.

Alcuni anni dopo, l’idea di aprire un negozio, la necessità di avere un “posto fisso” e la ricerca di uno spazio che rispecchiasse i nostri due caratteri, completamente diversi ma complementari, diventava un’esigenza sempre più forte. Un sogno che si realizza e una sfida verso noi stesse.

I mobili e l’oggettistica si abbinavano bene alle piccole ed elementari composizioni floreali dell’epoca ed è così che nel 2010 si sono aperte le porte di “Un tocco in più”.